Teleradiologia in Italia…ECR 2015

Pubblichiamo un poster “open license” fresco di ECR 2015.

ECR 2015 / B-1044
Teleradiology in Italy: results of an online survey

Alla luce delle recenti sentenze sulla teleradiologia a PN ( FriuliVeneziaGiulia) è interessante il confronto ed una riflessione sui risultati.

indewdxRisutati in sintesi

Ha partecipato un totale di 1.599 radiologi, corrispondente al 17% di tutti i radiologi italiani.

Il parere comune  circa la TR è generalmente positivo e la maggioranza dei partecipanti credono in una futura applicazione ( Tabella 12 ). L’utilizzo più comune della TR in Italia è intra-organizzativa o intra-istituzionale (80%), segue l’ applicazione ‘a chiamata’ in emergenza, con visione preliminare da casa durante la notte e nei giorni festivi (37%).
La Neuroradiologia rappresenta circa un terzo di tutte le richieste di “second opinion” ( Tabella 13).
Molti radiologi sollevano  dubbi sulla  TR, in particolare pensano  sia eccessivamente  impersonale: senza alcun contatto con il paziente (40%), lamentano la scarsa integrazione tra storia del paziente e gli studi precedenti (39%),  l’insufficiente comunicazione con i medici riferimento (39 %). Infine, i radiologi italiani temono di perdere il controllo sulle loro attività (63%) favorendo  instabilità del mercato del lavoro, con conseguente riduzione del reddito professionale.

Vai al poster on linee inglese

vai alla traduzione automatica Italiano

 

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.