Come chiedere all’oste se il vino e’ buono…

Compaiono articoli sulle ultime pubblicazioni di ASSOBIOMEDICA  a proposito del parco tecnologico per la diagnostica per immagini in Italia

“Da rottamare più del 50% delle apparecchiature di diagnostica per immagini e di elettromedicina. In tutto 25mila apparecchi…..”

e continua

Gli svantaggi di un parco apparecchiature troppo vecchio non sono però solo per il paziente, ma anche per la sostenibilità del Servizio sanitario, che si trova ad affrontare più numerosi costi di manutenzione con eventuali ritardi e sospensioni nell’utilizzo dei macchinari, che generano tempi di attesa più lunghi e carichi di utilizzo mal gestiti.

Si tratta certamente di opinioni “autorevoli”, ma dopo aver digerito idea che il 25% degli esami effettuati in Italia  e’ considerato INUTILE e che Assobiomedica e’, di fatto , un associazione dei produttori delle  tecnologie biomedicali, qualche dubbio ci assale. Punti di svista?

Leggi l’articolo su QS

1 3 4 5 6 7 274