Rischio clinico, sicurezza e responsabilita’ professionale; la legge in Gazzetta.

Da Sanità 24 Ore del 17 03 2017

 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 64 del 17 marzo 2017 – anticipata in un tweet dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin come «un altro grande passo avanti per il Servizio sanitario nazionale» – i diciotto articoli delle “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, diventano legge. La n. 24 dell’8 marzo 2017. Ma perché il provvedimento –approvato il 28 febbraio dalla Camera dei deputati (relatore Federico Gelli , responsabile Sanità del Pd) – dispieghi gli effetti voluti, dovranno trascorrere mesi. A dir poco. Non solo perché sarà necessario un ampio aggiornamento giurisprudenziale, stante la revisione dei profili di responsabilità ispirata, dichiaratamente, al ripristino di un bilanciamento di diritti e istanze in capo a medico e paziente. Continua…

Associazione Scientifica per la Sanità Digitale

da Corrierecomunicazioni.it

Nasce l’Associazione Scientifica per la Sanità Digitale (Assd)

Costituita da Aitasit (Associazione Italiana Tecnici Amministratori di Sistemi Informatici e Telemedicina), Cid (Comitato Infermieri Dirigenti), Conaps (Coordinamento Nazionale Associazioni Professioni Sanitarie), Tsrm (Federazione Nazionale Collegi Professionali Tecnici Sanitari di Radiologia Medica). Soci fondatori anche Fernando Capuano e Gregorio Cosentino in proprio…continua

Struttura, componenti e tempismo perfetti…

 

Cosa ci hanno insegnato i casi di Marlia e Barga?

da “Pratica Medica & Aspetti Legali

L’ampia e capillare diffusione delle reti telematiche che ha investito ogni ambito della società, incluso quello sanitario, il costante incremento della vita media della popolazione, con l’inevitabile conseguenza di dover fornire risposte ad esigenze assistenziali diverse e sempre più complesse – in ragione anche del tipo di utenti, spesso anziani, nonché della natura di patologie da trattare, per lo più di tipo cronico – hanno rappresentato, rispettivamente, lo strumento e il fine ultimo per una riorganizzazione dei servizi sanitari da offrire ai cittadini.Continua …

cit.

CAROSIELLI, Grazia; BRUGALETTA, Concetta; DE PALMA, Alessandra. Aspetti medico-legali della teleradiologia. Che cosa ci hanno insegnato i casi di Marlia e Barga. Pratica Medica & Aspetti Legali, [S.l.], v. 9, n. 4, p. 99-105, nov. 2015. ISSN 2283-4044. Available at: <https://journals.edizioniseed.it/index.php/PMeAL/article/view/1212/1476>. Date accessed: 12 mar. 2017. doi:https://doi.org/10.7175/pmeal.v9i4.1212.

ECR 2017 Online

Dopo il successo dello scorso anno, l’ESR ci riprova fornendo un servizio streaming live e on-demand per ECR 2017, con il nuovo logo “ECR online”.

Più di 1.500 le presentazioni in streaming, decine di opzioni integrate con i classici Social Facebook e Twitter, per un’esperienza innovativa e decisamente interessante.

Nel contempo il futuro prossimo della tecnologia e dei congressi!

Stay tuned

 

Tecnici di radiologia nel caso dell’ ospedale Loreto Mare

Da QS

Beux (Presidente della Federazione nazionale Collegi professionali Tecnici Sanitari di Radiologia Medica)in attesa dei dovuti accertamenti, riflette e scrive sulla triste vicenda che sembra coinvolgere numerosi colleghi TSRM.

….il nostro è un Paese meraviglioso, con molte positività, anche in ambito sanitario, ma altrettante negatività. Tra queste vi è l’omertà. Ciò che è successo al Loreto Mare non sarebbe stato possibile senza la complicità di molti. Com’è possibile che nessuno abbia visto, abbia dubitato, abbia capito quel che stava accadendo, professionisti e cittadini compresi? E’ vero, tra i soggetti coinvolti in casi come questo il cittadino è quello più fragile, quasi sempre la vittima, ma ogni cittadino ha occhi, orecchie, bocca e cervello, che possono essere utilizzati per osservare criticamente, chiedere, segnalare e, se ritenuto necessario, denunciare alle autorità competenti. Il controllo sociale è, infatti, un’arma potentissima contro le illegalità, anche contro quelle commesse al Loreto Mare;

Continua e leggi l’articolo completo su QS

Si colga l’ opportunità per fare un passo avanti per innovare il sistema.

 

Altrimenti, ancora un volta, tanto rumore per nulla

Caro amico, prova ad intercettare il carro della teleradiologia

Leggendo un articolo pubblicato da Repubblica sulla questione dei Taxi, ai lettori piu’ attenti, non potrà sfuggire un particolare curioso e interessante. L’autore, Carlo Ratti, insegnante presso il Massachusetts Institute of Technology di Boston, si rivolge ai tassisti con una lettera aperta:

Caro tassista, prova a intercettare il carro della tecnologia

Ad un certo punto, generalizzando un concetto legato all’evoluzione della società e dei lavori che ne fanno parte, lancia un monito a tutti i resistenti, a coloro che pensano ancora di sfuggire al cambiamento…

Perché in fondo si tratta proprio di questo: capire come traghettare verso un mondo nuovo. Per questo ti propongo un patto. Tutti noi – la società – dobbiamo fare in modo che tu sia accompagnato in questo difficile percorso, insieme agli altri milioni di tassisti che perderanno il posto di lavoro nei prossimi anni (e anche tutti coloro che, in settori diversi come la radiologia, la finanza o la progettazione di cui mi occupo io saranno ugualmente lasciati a casa da robot e intelligenza artificiale).

A buon intenditor poche parole bastano….

..e tu, dal canto tuo, ti devi impegnare a non ostacolare un’inevitabile transizione, cercando invece di esserne partecipe e protagonista.

Leggi la lettera su Repubblica 

1 2 3 4 5 26