Bambini e raggi X. Dimenticato il ruolo dei Tsrm

La FNCTSRM scrive al direttore di QS in risposta ad un articolo nel quale, tra le professionalità coinvolte nel processo diagnostico pediatrico , si dimentica il TSRM….

pubblicato sul vostro quotidiano in data 6 novembre, dal titolo “Bambini e raggi X”, si apprende che: “la radioprotezione del paziente deve essere il risultato del concorso di tutti gli attori coinvolti, nel rispetto di ruoli e competenze: la popolazione (pazienti), i prescrittori d’esami (Medici di base e pediatri) e gli specialisti di settore (Radiologi e Fisici medici)”; l’ottimizzazione è a carico del medico specialista e del “Fisico medico il quale esegue la stima della dose al paziente pediatrico e suggerisce le tecniche di esposizione da adottare per ridurre i rischi per il bambino”.  Continua…

 

xra5

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.